Crea sito

Archive | Italia Minore RSS feed for this section

Le orrifiche maschere del carnevale in Barbagia

28 gennaio 2016

Commenti disabilitati su Le orrifiche maschere del carnevale in Barbagia

Dioniso danza con gli sciamani e Sant’Antonio Il carnevale in Sardegna, soprattutto nelle regioni centrale dell’isola come la Barbagia (anzi: “le Barbagie”), tra le più incontaminate da un punto di vista etnoantropologico e naturalistico, non è la solita carnevalata della serie “semel in anno licet insanire” come sentenziava Seneca, ma è un evento molto serio che connota l’identità delle comunità, […]

Continue reading...

La “Terra delle Gravine”: la Puglia più misteriosa

16 dicembre 2015

Commenti disabilitati su La “Terra delle Gravine”: la Puglia più misteriosa

Un viaggio inusuale dalla preistoria ai nostri giorni in provincia di Taranto, dove la natura e l’uomo hanno lasciato segni indelebili sulle pareti delle “gravine”: profondi canyon che si sono formati circa 800 mila anni fa dalla combinazione fra fenomeni carsici, azione erosiva dei torrenti e delle piogge e grandi sommovimenti tellurici. Le gravine solcano gli abitati di alcune cittadine del tarantino: sono il contraltare e lo sviluppo in terra pugliese dei più celebri “Sassi di Matera”.

Continue reading...

Banari-Sardegna: il mio “luogo dell’anima”

26 maggio 2015

6 Comments

Banari, il mio paese d’origine, fa parte di quelle migliaia di città e piccoli borghi che, secondo l’ormai famoso decreto di Tremonti del 31 marzo 2004 sugli “Studi di settore” nel turismo (vedere l’articolo “La sindrome di Stendhal di Tremonti” pubblicato il 20 marzo scorso in questa stessa Rubrica) “non presentano alcuna specifica attrattiva nei confronti dei flussi turistici, non possedendo né particolari beni di interesse storico, culturale, artistico, né elementi di interesse paesaggistico-ambientale”. Tralasciando le polemiche, il mio “ritorno a Banari” è una sorta di omaggio-amarcord al mio “luogo dell’anima”, dove una nuova generazione tenta di aggrapparsi al filo della tradizione per (ri)costruire un nuovo senso di “comunità” pur con tutti i limiti e anche gli antichi “vizi” che un sardo doc come Emilio Lussu denunciò alcuni decenni fa: “Noi siamo sempre stati disuniti e nemici fra noi stessi, ognuno per proprio conto, nella famiglia e nel villaggio; e villaggio contro villaggio”. Il risultato di questo mio “ritorno” è la riscoperta di una Banari nuova, più “aperta” e dinamica di quanto non lo fosse all’epoca della mia infanzia e adolescenza, che a poco a poco e con ancora grande fatica, sta diventando protagonista anche nel campo dell’arte e della cultura. Con buona pace di Tremonti e del suo concetto di turismo enunciato addirittura sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana! Il mio viaggio di riscoperta è quindi un invito rivolto a chi mi legge a visitare Banari e il Logudoro: sarà un’esperienza umana e culturale che non dimenticherete e che vi arricchirà, anche se si tratta di una “Sardegna Minore”, quella dell’entroterra, che i vacanzieri balneari di solito trascurano, nonostante sia l’espressione più autentica e accogliente della gente di Sardegna!

Continue reading...

Settimana Santa in Centro-Sud Italia

27 marzo 2015

2 Comments

Durante la Settimana Santa, soprattutto nelle Regioni del centro-sud d’Italia, si svolgono riti, processioni, rievocazioni storiche della Passione e Resurrezione di Cristo molto suggestivi e di grande interesse non solo religioso ma anche culturale ed etnografico. Sono inoltre ottime occasioni anche per scoprire città e borghi molto interessanti, spesso esclusi dai tradizionali circuiti turistici. TOSCANA […]

Continue reading...

La “sindrome di Stendhal” di Tremonti

20 marzo 2015

Commenti disabilitati su La “sindrome di Stendhal” di Tremonti

Questa rubrica vuole essere una sorta di “risarcimento morale” alle migliaia di splendidi borghi grandi e piccoli, che d’ora in poi verranno descritti periodicamente, perché “insultati” da Tremonti con il suo Decreto sugli Studi di settore per il turismo, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 31 marzo 2004. Non so se nel frattempo sia stato abrogato o sostituito ma,

Continue reading...